STAFFETTA UISP

Poco da dire sulla staffetta UISP di Voghera, si potrebbe sintetizzare tutto in : 

RUNNING OLTREPO'

I numeri parlano chiaro, quando si corrono staffette ci siamo, in tutti i sensi. Primi e terzi al femminile con Anna, Paola, Barbara, Elisa, Crissie e Marika... tutte belle e brave le nostre Corvette. Mentre a mettere in riga tutte le categorie maschili ci hanno pensato i Corvi Arian, Cice e Fabio. Per il resto che dire... era una parata di corvi.

Così mi piacete!!!

 

NICK

NOVI LIGURE: "MEZZA D'AUTUNNO"

Ciao amici Runners, oggi, domenica 12 ottobre, il fitto calendario delle mezze autunnali ci ha portato a Novi ligure alla Mezza maratona d'autunno. Compagni di viaggio il kilometrista Vito, il sempre velocissimo Alessio e lo Ste.  che non avevo il piacere di incontrare da parecchio tempo. Per me la mezza di novi era una novità assoluta, ma l'ho scelta proprio per questo motivo e anche perche' la mia tabella di avvicinamento alla "mara" di Firenze mi imponeva una mezza a ritmo sostenuto. Parcheggio vicino alla struttura (lo stadio comunale), ritiro pettorali e deposito borse agevoli, sono caratteristiche che fanno sempre piacere ad una corsa e oggi non mancavano di certo. Un paio di km di ricaldamento e via, pronti a partire dalla pista di atletica dello stadio. Classico imbuto di persone al primo km ma, imboccato il vialone si comincia a correre sul serio. Fin dai primi km sentivo la sensazione mooooolto piacevole di correre senza troppa fatica e cosi, man mano che scorrevano i minuti rivedevo in meglio i miei obiettivi  di giornata. Si correva perlopiù in campagna ma il percorso veloce e il clima agevole ispiravano ambizioni, tant'è che al 18esimo km ho deciso di dare uno strappo aumentando il ritmo di 15s. al km ( oggi li avevo nelle corde). Arrivo suggestivo con un giro e mezzo di pista fatto a paletta e crono stoppato a 1:36:12 ( per me di tutto rispetto). Naturalmente, se io credo di andar bene, i miei amici fanno meglio e cosi Vito fa 1:31:46, Ste 1:29:5 7 e Ale 1:23:05. Tutti contenti allo stesso modo perché in fondo il tempo non e' tutto, la doccia calda lava via l'adrenalina e il lauto ristoro riempie la pancia.

Manca un mese e mezzo a Firenze ma la maratona si corre in un giorno e si prepara in tre mesi a piccoli passi, oggi ne abbiamo fatto un altro.

Dimenticavo!  In concomitanza con la mezza maratona, l’atletica novese, organizzava una competitiva più breve denominata “Trofeo birra di pasturana”  lunga 13,5 km alla quale ha partecipato il nostro A. Ceccon, con i colori  bianco/ verde/nero. Antonello ha tagliato il traguardo con uno splendido 14°  assoluto nonché 4° di categoria.  Complimenti!

Chiudo con un saluto a tutti i runners e con l' immancabile urlo di battaglia targato Running Oltrepò:

Tatoooooooo!

P.s. non chiedetevi cosa significa, rimarreste delusi...

RENATO

DODICESIMA CORRIPAVIA

Album 1, album 2 e album 3 in linea

Innanzi tutto vorrei ringraziare il Rena per i preziosi consigli e gli incoraggiamenti e un grazie al mio amico Marco del gruppo s.giorgio di Dresano (mio paese natio)per avermi aiutato a gestire la corsa .
Questa è stata la mia quarta corripavia, percorso bello ma molto difficile per  me da gestire, per le curve, i sali e scendi e di conseguenza i cambi di ritmo.
9:30...lo sparo ....si parte è tutto perfetto e la magia che c'è nell aria mi da' la giusta carica. L' imbuto di strada nuova fa rallentare un pò, ma la corsa è lunga e di certo il tempo non manca per recuperare.

Strada nuova fa prendere velocitá ma Marco mi frena e con la sua saggezza mi dice che stiamo andando a 4:30, bisogna rallentare un po 4:40 è il passo giusto, cosi sia... Dopo tre km ho preso tempo e passo e via verso c.so Garibaldi; è un fiume di runners, bellissima sensazione; va tutto come deve andare e al rilevamento dei 10km il gps mi dice 4:39 "ottimo". Via per la seconda parte del tracciato a me " nemica  " ho sempre perso secondi ma questa volta la gestione sembra giusta , quindi il passo rimane costante fino al 17 km; dove le gambe iniziano ad essere pesanti rallento un po ma evidentemente non basta anzi ad ogni passo la fatica si fa sentire sempre di piu'.  Intanto arrivo in corso matteotti ,mi passano in pochi e penso 'dai non mollare manca poco',ma anche il poco quando sei stanco è infinito e cosi continuo a ripetermi 'fino alla fine ..fino alla fine '.
Stremato arrivo in strada nuova ed è la'....l'Arrivo ....ormai ci sono ..poi vedo il crono 1,39,.....la felicitá di chiudere la mia prima mezza sotto 1,40 mi da la forza x aumentare il passo che mi fa chiudere questa fatica in 1h39'13"...fantastico ...non mi sembra vero il mio nuovo best nella mia citta'....fantastico.
ALESSANDRO CODEGA

Trail del moscato: "Di corsa nelle langhe!"

Se da venti anni o più posso dire di trovarmi a mio agio con il moscato (più in generale con ogni tipo di vino) non posso certo dire la stessa cosa per i Trail, disciplina alla quale mi stò affacciando timidamente negli ultimi tempi all’ombra del mio illustre amico “Remador” e delle sue stoiche imprese.

Io e mia moglie, soddisfatti del nostro primo “Mini” trail a Triora  (Avatrail 12km), avevamo messo nel mirino da tempo questa corsa nell’astigiano che per lunghezza, distanza da casa e periodo sembrava l’ideale.

Purtroppo lei ha dovuto rinunciare con rammarico a causa di una brutta influenza quindi al via ci siamo presentati io, lo specialista Vito e la Simona Sgarbi che di Trail ne sa ancora meno di me…

La manifestazione, giunta al suo terzo anno di vita,  vanta un organizzazione ormai navigata e un alto numero di partecipanti: circa 500 divisi sui tre percorsi da 12, 20 e 50km.Ogni percorso prendeva il nome da romanzi o poesie dello scrittore Cesare Pavese, natio del luogo e  noi abbiamo scelto quello intermedio da 20 km (1000 mt D+) chiamato "paesi tuoi".

Per me e la Simona si trattava della prima esperienza di corsa in

Leggi tutto: Trail del moscato: "Di corsa nelle langhe!"

MEZZA DI MONZA

 Cari Amici,
penserete che la stia prendendo alla lontana per raccontare una mezza maratona, ma… senza questa prolissa introduzione le emozioni delle mia prima 21km potrebbero non arrivare.
Tutto ebbe inizio un anno fa quando, per scegliere la mia prima gara da runner, l’occhio fu catturato dalla mezza maratona di Monza. Questo mix di circuito automobilistico e parco, entrambi ricchi di storia, lo trovai fin da subito affascinate e curioso, ma…per un pivellino come me era troppo, soltanto due mesi prima avevo iniziato a intraprendere questa bellissima avventura di vita. Pertanto mi “dissi chissà fra un anno magari” e così rimase un sogno solamente rinviato di un anno.
Ho passato un anno a consumare le suole delle mie scarpe nelle vie di Milano tra varie corse e allenamenti, e giorno dopo giorno la realizzazione di quello che un anno fa era un sogno oggi 14.09.2014 si avvera… sono all’Autodromo di Monza.
Ieri ritiro del pettorale e primo contatto con quella atmosfera che farà da cornice al battesimo della mia prima mezza maratona.
Solito rito: sveglia di prima mattina, colazione e via verso il circuito, ma questa volta c’è un bella eccezione… appuntamento con Marcello, colui che mi farà da padrino affiancandomi fino al traguardo rinunciando così al suo tempo.

Leggi tutto: MEZZA DI MONZA