Da Vidigulfo a Carbonara..fino a ...

STRAVIDIGULFO

Domenica è andata di scena la terza edizione della StraVidigulfo, ormai diventata nota ai podisti perché la lunghezza del percorso è noto solo a fine gara... non si sa mai cosa ti capita.

Noi, curiosi di cosa potesse accadere, ci siamo andati in tanti, ma proprio tanti! Siamo risultati primi nella classifica a squadre del Grand Prix Fidal. A parte questo ci sono stati anche vittorie e piazzamenti da parte di Corvette e Corvi.

Come al solito le ragazze sono state super vincendo la categoria F35 con Anna Ramaioli e F40 con Barbara Sacchi. Nella M45 doppio podio con il sottoscritto secondo e Andrea Ballerini terzo. Hanno corso la competitiva anche Massimo Lorè, Maurizio Bruschi sempre più presente, Filippo Pezzini che ormai è una certezza, Nicola Bigatto nonostante la gamba acciaccata, il nostro dottore Mauro Procaccianti, il presidente Renato Salvini sempre più in forma dopo l'ultimo infortunio, Marco Valicati che bissa la presenza dopo Trivolzio, Cristiano Meriggi sempre più parte integrante della squadra e a chiudere il mitico segretario Marcello Montagna. 

A completare lo squadrone anche Alessandra Barbieri, Corrado Muzzetto e Barbara Maestri nella doppia veste di runner e fotografa.

A rovinare la bella giornata i soliti furti che questa volta hanno colpito anche Corrado, a questo punto, secondo me, sarebbe bene rendere obbligatorio il deposito borse per poter organizzare una gara.

 

CARBONARA

Se la domenica non fosse bastata ecco subito il giorno dopo una bella gara organizzata dal Raschiani Trathlon Pavese del Presidente Libanore con oltre 150 partecipanti. Anche se stanchi dal giorno prima alcuni Corvi hanno voluto bissare l'impegno podistico del weekend lungo, tra questi Anna Ramaioli che agguanta un buon secondo posto di categoria. Doppietta bianconera nella categoria M35 con Alessio Siviero secondo e Guido Serafini terzo. Fortunato a salire sul podio degli M45 anche il sottoscritto grazie al primo posto assoluto del missile Giuseppe Sorrentino dello Scalo primo assoluto al traguardo che ha liberato una posizione sul podio di categoria. Presenti anche Luciano Ciceroni che dimostra le sue doti di velocista con un arrivo supersprint, Nicola Bigatto anche per lui doppia gara e Alessandro Codega al rientro dopo un periodo lungo. Grazie ancora una volta a Barbara Maestri per il servizio fotografico.

 

SARNICO LOVERE

Quattro dei nostri sono volati fino al Lago D'Iseo per correre la Sarnico-Lovere dove la corsa si intrecciava con la bellezza del paesaggio. Il più veloce volece è stato Antonello Ceccon che ha chiuso la sua fatica in poco più di 1h50'. A seguire Stefano Trovamala di poco sopra le due ore, Maria Apicella diciottesima di categoria e un super soddisfatto Andrea Bassi supportato dal suo Clan.

 

MEZZA DI GENOVA

Bravissimo anche Paolo Censurini che in Liguria taglia il traguardo nonostante i crampi gli tengano compagni negli ultimi km.

 

MEZZA DI OSTUNI

Francesco Colucci si concede una trasferta pugliese correndo la 9ª Maratonina degli Ulivi Secolari e terminando sotto l'1h40'.

 

50 KM DI ROMAGNA

Se sono pochi Km lui nemmeno ci pensa a partire ed ecco che il nostro Vito Carta vola in Romagna per terminare 50 km in 4h30' esatte.... stakanovista!!!

Fabio

Running Oltrepo' a Trivolzio: Il piacere di correre

Capita che a volte, senza un motivo particolare e senza mettersi d’accordo, ci si ritrova davvero in molti alla stessa manifestazione.

Domenica è stata una di quelle volte e vi garantisco che quando accade è sempre una piacevole sorpresa!!!

Risultato: Running Oltrepò alla Stratrivolzio (per l’occasione gara valida come campionato provinciale FIDAL) con  ben 17 atleti iscritti alla competitiva e premiato come gruppo più numeroso.

La corsa si snodava su un circuito di circa 3 Km da ripetere due o tre volte a seconda della categoria di appartenenza. Percorso quasi “cittadino” con totale assenza di automobili e tanta gente a presidiare gli incroci.

Il piazzamento più di rilievo, ma ormai non è una novità, è di Anna Ramaioli che arriva seconda assoluta dietro solo alla Simona Viola e quindi, ovviamente, prima di categoria! Come sempre, a lei i nostri complimenti!!!

Le altre corvette, tutte velocissime, portano a casa due secondi posti di categoria (Apicella e e Sacchi B.) e un quarto posto a ridosso del podio (Bedeschi).

I corvi non sono molto da meno e piazzano 2 secondi (Fabio Giani e Ciceroni) e un terzo (Ballerini) di categoria.

Appena dietro, ottimo Pezzini (4°) e poi letteralmente via via uno susseguirsi di canotte “biancoverdigrigie”:

Bruschi e Valicati (grandi rientri da applauso) Barosselli (nonostante una contrattura stoico a finire la gara e regalare punti importanti al gruppo) Bigatto (arrivato subito a ridosso dei più forti) Lorè e Montagna (due pietre miliari del R.O.), l’esperto Paolo Rossi e infine, a chiudere la gara, io (finalmente rientrato pur con qualche  acciacco) e Cammia Davide,  generosissimo nel tagliare il traguardo nonostante una condizione ancora precaria.

Grazie poi alla sempre presente Barbara Maestri per le foto lungo il tracciato ma soprattutto grazie davvero a tutti quanti i nostri presenti per avermi regalato una domenica di soddisfazione. Un iniezione di fiducia di cui avevo davvero bisogno!!

Permettetemi in fine di mandare a titolo personale e senza nessuna polemica, un piccolo avviso a chi pensava che quest’anno ci saremmo affievoliti o addirittura spenti:

Siamo vivi più che mai e abbiamo tutta l’intenzione di continuare a fare ciò che più ci piace: correre e divertirsi in compagnia!!!

 

...naturalmente domenica non si correva solo a Trivolzio e quindi:

Maratona di Rimini

Altra impresa del nostro super maratoneta Vittorio Carta che termina l’ennesima prova sulla distanza per eccellenza con un crono di 3:39. Credo sia la quarta solo nel 2016 ma ho già perso il conto.

TRAIL DEI GORREI

Alberto Corte, il nostro sommelier appassionato di corse nella natura chiude il durissimo Trail dei Gorrei (46km D+2500) in 8:15. Il ragazzo continua a migliorare!!

RIUNIONE REGIONALE FIDAL  A VARESE

Grande il nostro Fozzati Stefano, una volta di più. Ottimi crono sui 100 e sui 200 per lui. Dimostra di cavarsela egreggiamente non solo nel salto triplo.

 

Renato

 

 

 

Sabrina: Esordio col Botto!!

 

 

 

MIGLIO DI VOGHERA

Come tutti gli anni con l'arrivo della primavera si ricomincia a correre in pista e quest'anno la prima è andata di scena a Voghera per l'ormai classicissimo Miglio giunto alla ventottesima edizione.

La gara, inserita nel circuito del Club del Miglio, è risultata ben organizzata e caratterizzata dalla presenza di molti atleti venuti da fuori provincia che ne hanno aumentato decisamente il livello.

Per i colori bianconeri c'erano in gara 4 corvi "abitué" della pista: Paolo Rossi che regala una prestazione di buon livello dimostrando di essere già in buona condizione, Stefano Fozzati che ogni settimana cambia specialità con grande naturalezza, il sottoscritto che chiude con un crono soddisfacente per questi tempi e strappa un secondo posto di categoria ed infine Luciano Ciceroni che, nonostante paghi una partenza troppo veloce, segna il miglior tempo di giornata targato Running Oltrepò.

A concludere un buon quarto posto di squadra che non guasta mai.

 

MEZZA DI STRADELLA

Se il sabato si è corsa una classicissima per il circuito Pavese, la domenica è toccato ad una novità assoluta: la Rotary Club Oltrepò Half Marathon che si è svolta nella vicina Stradella. Il percorso si sviluppava in un primo anello "cittadino" di 5 km che si potrebbe definire nervosetto, poi un secondo che toccava i paesi vicini di circa 11 km con salite davvero impegnative “taglia gambe” per poi ripetere l'anello iniziale una seconda volta.

Ancora tanti gli atleti presenti per i nostri colori distribuiti tra la competitiva e la libera.

Dalla mezza è arrivata una sorpresa gradita con Sabrina Argento che, all'esordio in una gara, sale sul terzo gradino assoluto finendo con un tempo di tutto rispetto considerando la durezza del percorso.

Molto buono anche l'esordio di Cristiana Poggi che chiudendo sotto le due ore riesce a salire sul podio di categoria.

Anche i corvi però si sono fatti rispettare: il quartetto composto da Alessio Siviero, Guido Serafini, il sottoscritto e Stefano Borin marcia compatto per gran parte della gara... proprio belli da vedere tutti insieme prima che la fatica facesse selezione!!!

Sul traguardo, come sempre in questi tempi, il primo è Alessio ancora una volta a podio dopo la Scarpa d'Oro di Vigevano, ma questa volta a fargli compagnia c'è anche Guido. Premiati anche Stefano tra gli M40 e un tale Fabio tra gli M45.

Anche se non agguantano un posto sul podio offrono un ottima prestazione anche Federico Coccia, Luca Sacchetto, Davide Stoppa, Filippo Pezzini, Massimo Fozzati e Cristiano Meriggi. E’ grazie anche a  loro se la squadra è seconda tra le società.

Ma le soddisfazioni non finiscono qui perché Anna Ramaioli taglia il traguardo per prima nella 10 km non competitiva e sfiora lo stesso risultato Andrea Ballerini che giunge secondo tra gli uomini. Hanno corso la non competitiva Marcello Montagna, Marco Sanmartino, Nicola Bigatto, Barbara Maestri, Barbara Sacchi, Eleonora Decarlini, Marco Valicati. Tutti insieme, agonisti e non, abbiamo dimostrato per l'ennesima volta di essere un gruppo meraviglioso.

 

MARATONA DI ROMA

In sette dei nostri invece hanno preferito andare a Roma per la maratona italiana più importante. A mettere tutti in fila è stata Maria Apicella, la nostra SuperApi chiude con la solita gara regolare regalando ai romani i suoi immancabili sorrisi. Con lei erano presenti anche Giovanni Pistillo, Francesco Riccardi, Fausto Mastelloni, Antonino Armenio, Adriano Veneri all'esordio con la nostra maglia e Maurizio Calderoni

 

 

SEA TRAIL PORTO CORALLO

Ma c'è chi si è spinto ancora più lontano: Vittorio Carta vola fino in Sardegna per disputare un Trail che si presentava tra i più belli dal punto di vista paesaggistico, impreziosito dalla presenza del mare Sardo e di panorami mozzafiato (indiscrezioni dicono così). Ottimo il settimo posto di categoria per il nostro Vito anche se per lui classifiche e tempi non sono determinanti.

 

TRAIL LA SCARPA DELLA VAL TREBBIA

Altro Trail per Marika Bedeschi che corre sui colli piacentini terminando la prova in poco più di sette ore.

                                                                                                                                                            Fabio

Una Giornata da Corvi

 

Sei giorni dopo la gara sociale eccoci tutti belli carichi a sgambettare quà e là Il grosso del gruppo si è concentrato a Salice Terme dove sono andate di scena Trail e Corsa delle Terre Diverse. Nel primo abbiamo schierato alcuni dei nostri specialisti ed il più veloce è stato Pier Dante Turatti che ha concluso i 24 km del percorso in 2h36'50". A seguire Marika che si scalda appena appena con una distanza così corta, Alberto Corte che per poco non scende sotto le 3 ore e Silvia Valle che si piazza al 5° posto nella categoria F18. foto

Altri sette corvi invece hanno preferito i 12 Km del vivicittà. Il percorso si snodava su un giro di lancio iniziale per poi ripetere due volte un circuito piuttosto duro. In gara il sottoscritto secondo M45 dietro al fortissimo Cremonte, Andrea Ballerini premiato come quarto nella stessa categoria, Davide Barosselli e Stefano Trovamala rispettivamente secondo e quarto tra gli M40, Corrado Muzzetto, Paolo Rossi e Barbara Sacchi (terza tra le F40). Presenti sulle strade di Salice anche Barbara Maestri, i Fratelli Bracco e Paola con il piccolo Filippo. 

I più coraggiosi invece hanno preferito affrontare la regina delle corse alla Milano Marathon. Risultato di rilievo per Antonio Ramunno (ce lo aspettavamo) che conclude in 2h54'44" tra i primi 100 e inserendosi al secondo posto nella classifica all time del Running Oltrepo'. Presente sulle strade Meneghine anche Andrea Bassi che chiude sotto le cinque ore. All'ombra della Madonnina hanno corso anche Maria Apicella, Alessandro Codega e Marco Valicati una frazione di staffetta. 

Altri tre corvi, invece, sono volati fino a Firenze per correre una bellissima Mezza. Come da ordine di arrivo erano presenti Francesco Colucci che ha corso nella "sua città" in 1h37'41", Marco Porri alla prima coi colori bianconeri e Mauro Procaccianti.

Il nostro super specialista dei Trail, Filippo Cesario, si è cimentato nella Maremontana di Loano concludendo in 6h25'31" piazzandosi al 51-esimo posto assoluto. Inoltre a Spinetta Marengo hanno gareggiato Stefano Borin che conclude i 10 Km della Fraschetta in 37'50", Nicola Bigatto che chiude in 38'40" e Anna Ramaioli che ritocca il proprio personale portandolo a 41'43" e che le permette di salire sul podio della gara piemontese. 

Per non farci mancare nulla, il sabato, sulla Pista di Pavia, Stefano Fozzati, reduce dal salto triplo agli europei di Ancona, ha corso i 150 metri in 19.91 

                                                                    

                                                                         Fabio

 

Grande Fozz!

Ecco due righe direttamente del nostro Stefano Fozzati che si è cimentato nei Campionati europei Indoor ad Ancona ed è arrivato sesto nel salto triplo:

"Ciao a tutti,

sono appena tornato dai Campionati Europei Indoor. Trovarsi a gareggiare con la maglia dell' Italia assieme e contro atleti di tutta Europa è veramente stimolante ed aggregante . Sul campo tutti contro tutti ma, alla fine, la voglia di ritrovarsi ancora era palpabile: le foto, i selfie, lo scambiarsi i numeri di telefono.. stava a significare la voglia di conoscersi meglio e di abbattere i confini e pregiudizi che purtroppo ogni tanto riaffiorano.

Ho gareggiato con 2 polacchi, un francese, un norvegese, un austriaco, un lettone, un tedesco e qualche italiano (decisamente un bel minestrone assortito di colori e di lingue).

Tornando alla gara, è proprio vero che gli assenti hanno sempre torto; infatti io ero molto preoccupato per i miei tendini  che mi stanno facendo tribolare da mesi. Avevo paura di non riuscire a saltare ed ero convinto di aver fatto la scelta sbagliata a partecipare a questa competizione e che sarebbe stato molto meglio se mene fossi stato a casa! Invece mi sbagliavo, in gara mi sono trovato a competere con gente più forte di me e dopo 2 turni di salti ero addirittura terzo. Comunque alla fine sono riuscito ad entrare in finale e a piazzarmi sesto in Europa, tra l’altro facendo il mio personale stagionale, di più sinceramente non potevo sperare.

Ciao Fozz"